Giovani avventurieri nelle terre di Andor

Le Leggende di Andor Junior è un gioco da tavolo cooperativo distribuito in Italia da Giochi Uniti, e rivolto a un pubblico di piccoli giocatori dai 7 anni in su. In questo gioco i piccoli avventurieri esplorano le magiche terre di Andor alla ricerca di alcuni cuccioli di lupo, e lungo il tragitto affrontano nemici agguerriti e pericoli mortali.

La nostra video recensione

Il nostro unboxing

Il video ufficiale di Kosmos

Scheda riassuntiva

PRODOTTO DA
DISTRIBUITO DA
GIOCATORI

COMPETIZIONE
ETÀ CONSIGLIATA
FOCUS
FORTUNA
LINGUA

Iello
Giochi Uniti
Da 2 a 4 giocatori
Cooperativo
Da 7 anni in su
Avventura
Un po’ non guasta
Italiano

CLICCA PER ACQUISTARE

Sulla scatola

Andor Junior è dove si forgiano gli eroi di domani! Un’avventura emozionante nel mondo di Andor su misura per i più piccoli; il vostro compito sarà ritrovare i cuccioli di lupo dispersi, ma per farlo dovrete prima svolgere gli incarichi del guardiano del ponte!

Andor Junior è un gioco cooperativo come il suo fratello maggiore, con la stessa ambientazione e grafiche mozzafiato. Molte meccaniche sono semplificate per essere immediate anche per i giocatori più piccoli, ma la differenza maggiore sta nell’assenza delle Leggende. Andor Junior è infatti una partita unica, sempre rigiocabile in quanto varierà sempre la combinazione dei 10 incarichi del guardiano del ponte.

Il narratore è sostituito dal drago. I nostri eroi dovranno evitare a tutti i costi che arrivi a fine tracciato!

Riferimenti

Il sito del distributore QUI


Come si presenta Andor Junior

La grande scatola di Andor Junior non tradisce le aspettative. Dentro troviamo una grande plancia di gioco che rappresenta la vasta terra di Andor, le carte missione, le plance degli eroi e le rispettive pedine, le pedine dei perfidi nemici e un numero a dir poco ampio di tessere, segnalini e gettoni.
Andor Junior è a tutti gli effetti un gioco di ruolo in stile fantasy, e i personaggi rispecchiano pienamente il canone classico del genere: abbiamo l’arciere, il guerriero, il nano e il mago, con la particolarità molto apprezzabile che tutti gli eroi sono disponibili in doppia versione maschio e femmina, nel pieno rispetto della parità di genere. Certo, è un gioco da tavolo, ma è con le piccole cose che si cambia il mondo.
Il plot narrativo del gioco racconta che, a seguito di una tempesta, una lupa ha smarrito i suoi cuccioli nelle tenebrose caverne al di la del fiume. Scopo del gioco, e dei nostri eroi, è aiutare la lupa a ritrovare i lupetti, ma sarà tutt’altro che facile: i malvagi Gor si dirigono infatti verso il castello, al seguito del terribile drago.

Panoramica di gioco

In Andor Junior gli eroi partono dal castello e si muovono di regione in regione nelle vaste lande del regno, esplorando i territori, sconfiggendo nemici, raccogliendo oggetti e ovviamente cercando di portare a compimento la missione: ritrovare i piccoli lupi nelle caverne oltre il fiume.

Come ogni avventura che si rispetti, la missione principale prevede un numero variabile di avventure secondarie, con diversi livelli di difficoltà, che gli eroi devono portare a termine prima di poter attraversare il fiume, sorvegliato dal bonario ma inflessibile Mart, il guardiano del ponte.
Ogni eroe possiede delle caratteristiche differenti che influiscono sulla capacità di attacco e sulla distanza che possono percorrere. Ciascuno infatti ha in dotazione una serie dedicata di dadi per il combattimento, e un numero diverso di dischi sole, che servono a spostarsi attraverso le regioni.

Muoversi, combattere e dormire

Le regioni di Andor sono spesso avvolte nella nebbia, rappresentata da gettoni sparsi sul territorio, e ogni volta che un giocatore arriva su una nuova regione scopre cosa vi si nasconde sotto. In questo modo si possono trovare monete d’oro da spendere presso i mercanti, oggetti magici da utilizzare per la missione, ma anche i pericolosi Gor da combattere. Non ci si deve necessariamente spostare, si può giocare il proprio turno anche compiendo altre azioni, che variano in base al tipo di regione in cui ci si trova. Avanzare, comunque consuma i dischi sole, e quando un eroe esaurisce i propri è costretto a riposare e saltare il proprio turno. Quando tutti i giocatori esauriscono i dischi sole, su Andor cala la notte.

Cosa succede durante la notte? I famigerati Gor, così come il drago, muovono verso il castello. Ogni volta che un Gor arriva al castello il drago seguendo il suo percorso si avvicina sempre di più. Se il drago arriva al castello prima che i giocatori abbiano trovato i cuccioli di lupo, la partita è persa.

Il Drago può essere ricacciato indietro sconfiggendo i Gor in combattimento. Quando un eroe arriva in una delle regioni dei Gor può affrontarli in combattimento lanciando i propri dadi. Se il risultato rivela un numero sufficiente di colpi andati a segno, il nemico fugge e il drago… Indietreggia.

Se gli eroi riescono a compiere tutte le missioni e ritrovare i lupetti, gloria a loro, la partita è vinta e il bene ha trionfato di nuovo!

Cosa ci piace di Andor Junior

In Andor Junior si respira l’atmosfera tipica del fantasy medievale, con azzeccati elementi di gioco di ruolo, una giusta dose di fortuna e tutto quello che ci piace del genere: l’esplorazione, le missioni, i combattimenti.
Le regole sono elaborate e il set up del gioco porta via qualche minuto, e sicuramente all’inizio è utile seguire il manuale e approcciare al gioco gradualmente, andando a integrare le missioni quando si prende confidenza con tutti gli elementi.

Il numero di missioni, e il fatto che sia possibile combinarle casualmente, assicura una longevità tipica dei giochi più maturi, e chi ama il genere sono abbastanza sicuro ci giocherà parecchie volte, affrontando di volta in volta sfide sempre più difficili.
I sette anni e più indicati sulla confezione sono una buona età per approcciare a questo gioco e iniziare a goderne fin da subito. Se amate il genere non può mancare nella vostra collezione.

Leave a comment

by Carlo Molinari

Sei già iscritto alla newsletter?

Fallo ora!