I tre porcellini secondo Djeco

Woolfy è un nuovo gioco da tavolo prodotto da Djeco, nota casa editrice di prodotti per bambini, famosa in Italia soprattutto per i giochi di carte. Woolfy è un gioco cooperativo, rivolto ad un pubblico di piccoli giocatori dai 5 anni in su, in cui bisogna aiutare i tre porcellini della famosa fiaba a costruire la casa di mattoni prima che il lupo li metta tutti in pentola!

La nostra video recensione

Scheda riassuntiva

PRODOTTO DA
DISTRIBUITO DA
GIOCATORI

COMPETIZIONE
ETÀ CONSIGLIATA
FOCUS
FORTUNA
LINGUA

Djeco
Djeco
Da 2 a 4 giocatori
Cooperativo
Da 5 anni in su
Corsa e strategia
Un po’ non guasta
Non rilevante

CLICCA PER ACQUISTARE

Sulla scatola di Woolfy

I giocatori cercano di costruire la casa di mattoni per mettersi al sicuro, prima che il lupo li acchiappi e li metta in pentola!

Riferimenti

Il sito del produttore QUI


Come si presenta Woolfy

Woolfy si presena con una grande plancia di gioco, 3 simpatiche pedine di gomma raffiguranti i tre porcellini, ben dimensionate anche loro, una grossa pedina lupo, un vistoso pentolone e 3 dadi dello stesso colore dei porcellini. Oltre a questo c’è una casetta di legno suddivisa in 4 parti, che raffigura la casa di mattoni. Scopo del gioco è costruire la casa di mattoni e raggiungerla prima che il lupo metta nel pentolone tutti e tre i porcellini.

Come di gioca a Woolfy

Una volta piazzati i porcellini e il lupo nelle rispettiva caselle di partenza, e il pentolone al centro della plancia, si posiziona la base della casa di mattoni e il gioco comincia. A turno i giocatori scelgono quale porcellino muovere, e lanciano il dado dello stesso colore. Non c’è una direzione di marcia, quindi si può scegliere in quale direzione muovere i propri passi.

Oltre a indicare di quante caselle muoversi, il dado può dare come risultato una casetta oppure il lupo. Con la casetta, il giocatore può scegliere se posizionare il porcellino sui casella con i mattoni, e costruire quindi un pezzo di casa, oppure nasconderlo in una delle altre due casette, quella di paglia e quella di legno. Perché Nascondersi? Per non farsi prendere da lupo! Quando il dado da come risultato il lupo, infatti, quest’ultimo si sposta, in senso orario, verso la più vicina casella lupo, e se nel percorso passa accanto a uno dei porcellini, questo finisce in pentola.

Durante il tragitto i porcellini possono, capitando su alcune caselle, entrare in una delle casette per nascondersi oppure tirare fuori uno dei fratellini dal pentolone.

A stimolare ulteriormente il gioco ci sono alcune limitazioni: lo stesso porcellino non può essere mosso due volte di seguito, ed è possibile nascondere solo un porcellino alla volta nella casetta di paglia, e due alla volta in quella di legno.

Quando si vince? Quando, una volta costruita, tutti i porcellini sono dentro la casa di mattoni. Se invece il lupo riesce a mettere nel pentolone tutti e tre i porcellini, la partita è persa.

Cosa ci piace di Woolfy

Woolfy offre una validissima esperienza di gioco sul tema dei tre porcellini, con regole complesse ma intuitive, e i materiali sono decisamente ottimi. L’età consigliata sulla scatola è di 5 anni, e per una volta mi sento di essere d’accordo, probabilmente un bambino più piccolo non riuscirebbe a godere dell’aspetto strategico del gioco, come calcolare i risultati del dado o evitare di entrare nella traiettoria del lupo. Bisogna tenere d’occhio diversi elementi durante il gioco e questo solletica non poco anche i bambinoni più grandi, tipo i quarantenni come me.

Se avete voglia di portare a casa un gioco dedicato ai tre porcellini, vi invito a prendere seriamente in considerazione la versione di Djeco.

Leave a comment

by Carlo Molinari

Sei già iscritto alla newsletter?

Fallo ora!